Grafica del progetto "Liberiamo l'aria" della Regione Emilia Romagna.
28 Settembre 2018

Limitazioni circolazione e impianti biomassa legnosa 2018-19

da 1° Ottobre 2018 al 31 Marzo 2019

 

News 11 /10/2018:  e' arrivata la modifica all'ordinanza: 

Durante l´incontro dell´8 ottobre tra la Regione Emilia-Romagna e i Sindaci dei Comuni PAIR è stato deciso che:

  • possono circolare anche i veicoli Diesel EURO 4;

  • sono potenziate le misure emergenziali, che scatteranno dopo 3 giorni di sforamento dei limiti di PM10 (e non 4);

  • sono rafforzate le domeniche ecologiche.


 

 


Scattano dal 1° ottobre 2018 i nuovi provvedimenti di limitazione alla circolazione dei veicoli privati e di utilizzo delle biomasse legnose ad uso domestico nel territorio del Comune di Rimini, previsti dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) e dal Nuovo Accordo di Bacino Padano.

Verifica on line la classe Euro della tua auto, inserendo il numero di targa

Verificare online la classe di inquinamento (euro) del proprio veicolo
- Ordinanza completa  / Ultime modifiche all'Ordinanza  
Mappa area interdetta alla circolazione e parcheggi scambiatori

 

Estratto dell'ordinanza

Limitazioni della circolazione stradale dinamica

1 – Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08.30 alle ore 18.30 divieto di circolazione stradale dinamica privata dei seguenti mezzi:
- autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1;
- autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3;
- ciclomotori e motocicli Euro 0;

2 – Divieto di circolazione stradale dinamica privata dalle ore 8,30 alle ore 18,30 nelle seguenti domeniche (domeniche ecologiche):
- domenica 7 ottobre 2018;

- domenica 4 novembre 2018;
- domenica 13 gennaio 2019;
- domenica 3 febbraio 2019;
- domenica 3 marzo 2019.

alle seguenti tipologie di veicoli:
- autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1;
- autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3;
- ciclomotori e motocicli Euro 0;

Area delle limitazioni della circolazione

3 – L’Area Urbana del Comune di Rimini in cui si applicano le limitazioni della circolazione è la seguente:

​cliccare per ingrandire

 

Zona urbana a mare della Strada Statale 16
Sono escluse/i dalle limitazioni:
la Strada Statale 16;

i seguenti tratti della viabilità urbana a confine:
- Viale Principe di Piemonte dal confine con Riccione fino alla rotonda di incrocio con Via Cavalieri di Vittorio Veneto;
- Via Cavalieri di Vittorio Veneto;
- Via San Salvador dal confine con Bellaria-Igea Marina fino all’incrocio con Via Tolemaide;
- Via Tolemaide;
i seguenti tratti di viabilità al fine di consentire l'accesso ai parcheggi scambiatori ed alle strutture di ricovero e cura:

- Viale Losanna, Viale Parigi, Via Ambrosoli, Via Giordani, Via Melucci, Via Marradi, Viale Settembrini, Via Flaminia tratto dalla S.S.16 fino alla rotatoria con Viale Settembrini, Via Giuliani (ritorno Via Fada e Via Lagomaggio) Via Ugo Bassi, Via Roma, Largo Martiri d'Ungheria, Via Dei Mille, Viale Matteotti, Via XIII Settembre, Via Popilia, Via Emilia;l’accesso e l’uscita dal parcheggio del Piazzale Caduti di Cefalonia fino alla SS.16 (percorso di accesso/uscita: SS.16 – Via Marecchiese – Via Caduti di Marzabotto);
l'accesso e l'uscita dal parcheggio di via Euterpe (Centro Ausa) fino alla SS.16 (percorso di accesso/uscita: SS.16 - Via della Fiera – Via Euterpe);
l'accesso e l'uscita dal parcheggio di Viale Valturio fino alla SS.16 (percorso di accesso/uscita: SS.16 – Via Marecchiese – Viale Valturio);
l'accesso e l'uscita dal parcheggio Italo Flori fino alla SS.16 (percorso di accesso/uscita: SS.16 – Via Marecchiese – Viale Valturio – Via Circonvallazione Occidentale – Via Fracassi);
l'accesso e l'uscita dal parcheggio presso il parco Don Tonino Bello fino alla SS.16 (percorso di accesso/uscita: SS.16 - Via Beltramini – Via Baroni);
l'accesso e l'uscita dal parcheggio di Via G.Fantoni fino alla SS.16 (percorso di accesso/uscita: SS.16 – Via Flaminia Conca – Via G.Fantoni);

Sospensione delle limitazioni

4 – Le limitazioni alla circolazione di cui ai precedenti punti sono sospese nei seguenti giorni:
giovedì 1° novembre 2018;
venerdì 2 novembre 2018;
martedì 25 dicembre 2018;
mercoledì 26 dicembre 2018;
lunedì 31 dicembre 2018;
martedì 1° gennaio 2019.

Veicoli esclusi

5 – Tipologie di autoveicoli e di veicoli ai quali non si applicano le limitazioni alla circolazione di cui ai precedenti punti:

- autoveicoli con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologate a 4 o più posti;
- autoveicoli con almeno 2 persone a bordo se omologate a 2 o 3 posti, incluso ciclomotori e motoveicoli;
- autoveicoli elettrici e ibridi;
- ciclomotori e motocicli elettrici;
- autoveicoli alimentati a Gas metano e GPL;
- autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici ed autoveicoli per usi speciali, così come definiti dall'articolo 54 del codice della strada.

Veicoli oggetto di deroga

7 - Veicoli oggetto di deroga alle limitazioni della circolazione di cui ai precedenti punti:
1.veicoli di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale e la pubblica sicurezza, veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad Aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzione sui servizi essenziali (esempio gas, acqua, energia elettrica, telefonia) e veicoli attrezzati per il pronto intervento e la manutenzione di impianti pubblici e privati (esempio elettrici, idraulici, termici, della sicurezza e tecnologici in genere), a servizio delle imprese e della residenza;
2. veicoli di turnisti e di operatori in servizio di reperibilità muniti di certificazione del datore di lavoro;
3. veicoli appartenenti ad istituti di vigilanza e veicoli utilizzati dagli Ufficiali Giudiziari in servizio;
4. veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (taxi, noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc.);
5. veicoli a servizio di persone invalide provvisti di contrassegno “H” (handicap);
6. veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite e trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria nonché per l'assistenza domiciliaria di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili, veicoli utilizzati per il trasporto di persone dismesse da strutture ospedaliere con apposita certificazione;
7. veicoli di paramedici e assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;
8. veicoli adibiti al trasporto di merci deperibili, farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici, ecc.), veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di ospedali, scuole, mense e cantieri;
9. veicoli adibiti al trasporto di stampa periodica;
10. veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo, durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);
11. veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all'art.60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, StoricoLancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, limitatamente alle manifestazioni organizzate;
12. veicoli utilizzati dai donatori di sangue nella sola giornata del prelievo per il tempo strettamente necessario da/per la struttura adibita al prelievo;
13. veicoli diretti agli istituti scolastici per l'accompagnamento, in entrata ed uscita, degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o di autocertificazione indicante l'orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti
prima e dop o tale orario; 
14. veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione; 
15. carri funebri e veicoli al seguito; 
16. veicoli diretti alla revisione purchè muniti di documentazione che attesti la prenotazione;
17. veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere
autorizzate dall'Amministrazione comunale; 
18. veicoli a servizio di persone soggiornanti presso le strutture di tipo alberghiero site nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura medesima, dotati di prenotazione, oppure facendo pervenire al Corpo di Polizia Locale
, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione vistata dalla struttura ricettiva, ovvero copia della fattura in cui risultano intestatario e targa del veicolo rilasciata dalla suddetta struttura, a condizione che la stessa sia situata all'interno del Comune; 
19. autocarri di categoria N2 e N3 (autocarri avente massa massima superiore a 3,5 tonnellate) limitatamente al transito dalla sede operativa dell'impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e viceversa;
20. veicoli adibiti al servizio postale universale o in possesso di licenza/autorizzazione ministeriale di cui alla direttiva 97/67/CE come modificata dalla direttiva 2002/39/CE
(decreto legislativo 22 luglio 1999, n.261 e s.m.i.); 

21. veicoli muniti di autorizzazione alla circolazione di prova ai sensi dell'art.1 del D.P.R. 24 novembre 2001, n.474;

sanzioni

L’inosservanza delle limitazioni alla circolazione di cui alla presente ordinanza è punita con sanzione amministrativa pecuniaria ai sensi dell’art. 7 c1b e 13 bis del D. Lgs. 30.04.1992 n. 285 (Codice della Strada):

Sanzione pecuniaria: euro 164,00 , riduzione 30% entro 5 giorni : euro 114,80.
Attenzione: in caso di reiterazione della sanzione nel biennio, è prevista la sospensione della patente da 15 a 30 giorni.
Decurtazione punti: non prevista.

Impianti a biomassa legnosa

Limitazioni degli Impianti a Combustione di biomasse legnose

9 – La regolamentazione degli impianti a biomassa legnosa destinati al riscaldamento ad uso civile nel territorio del Comune di Rimini nel periodo 1° Ottobre 2018 – 31 Marzo 2019 è assoggettata alle seguenti limitazioni e disposizioni:

- divieto, nelle unità immobiliari dotate di sistema multicombustibile, di utilizzo di combustibili solidi (legna, pellet, cippato, altro) per riscaldamento ad uso civile, negli impianti con una classe di prestazione emissiva inferiore a 2 stelle (così come definite dal Decreto del Ministero dell'Ambiente n.186 del 7 novembre 2017) e nei focolari/camini tradizionali aperti o che possono funzionare aperti;

- obbligo, nei generatori di calore funzionanti a pellet, di utilizzo di pellet certificato da un Organismo di certificazione accreditatato, conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17255-2.

 

- Liberiamo l'aria
- Assessorato Ambiente Sviluppo sostenibile Blu economy
Approfondimenti Regione Emilia Romagna
Piano Aria Integrato Regionale

Aree Tematiche: