Mano con penna che compila un ricorso

Contenzioso - Ricorso al Giudice di Pace

Responsabile: Isp.Sup. Grazia Pacilli

Ricorso al Giudice di Pace

Orario pubblico
Previo appuntamento telefonico al n. 0541-704512

Attività dell’ufficio
- Ricorsi giurisdizionali (Giudice di Pace).


Modalità Ricorso al Giudice di Pace​
E' possibile rivolgersi al Giudice di Pace per i verbali inerenti:

- Violazioni al "Codice della Strada";
- Ordinanze-ingiunzione   art. 18 L. 689 / 81 emanate dal Comune a seguito di verbali L. 689 / 81 ( escluso "Codice della Strada" );
- Ordinanze-ingiunzione emanate dal Prefetto a seguito di rigetto di ricorso presentato avverso verbali "Codice della Strada" ).

ATTENZIONE  - Condizione fondamentale per presentare il ricorso è che non sia ancora stato effettuato il pagamento delle somme indicate nel verbale  o  nell'ordinanza di ingiunzione.


Soggetti titolari del ricorso
Sono i  soggetti espressamente indicati quali destinatari del verbale o dell'Ordinanza-Ingiunzione.
Il ricorso può essere proposto dal proprietario del veicolo (definito anche obbligato in solido con il trasgressore) oppure dal trasgressore ovvero l’autore materiale della violazione (ad esempio il conducente del veicolo) a patto che questi sia indicato espressamente nel verbale.


Modulistica per il ricorso
É possibile utilizzare il modulo "Verb 02" scaricabile nell'area "download modulistica" .
Sono previsti alcuni adempimenti specifici (tra i quali ad es. il pagamento di un "contributo unificato") per i quali ci si può informare presso la Cancelleria del Giudice di Pace di Rimini, presso l'edificio del Tribunale di Rimini, sito in Rimini, Via Carlo Alberto  dalla Chiesa, n.11, Piano terra : entrando dall'ingresso principale, corridoio di destra.


Dove depositare il ricorso
Il ricorso al Giudice di Pace si deposita personalmente o tramite delegato presso la Cancelleria del Giudice di Pace di Rimini, al piano terra (stanza 18) di Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, 11 oppure spedendo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno (in tale caso farà fede la data di spedizione) allo stesso indirizzo, entro 30 giorni dalla contestazione della violazione o notifica del verbale o dell'Ordinanza-Ingiunzione.


Informazioni sul ricorso
Indicare chiaramente il numero, la data dell'atto impugnato, l'organo accertatore ("Polizia Locale del Comune di Rimini"), allegando l'atto impugnato (verbale o Ord. Ing.), nonché  la documentazione che il ricorrente ritenga utile per confortare le sue motivazioni. E' necessario esprimere le motivazioni del ricorso ed in conclusione formulare chiaramente le richieste. Il ricorso deve essere sottoscritto.    Il ricorrente può chiedere la sospensione del provvedimento impugnato, che il Giudice valuta se concedere oppure no.  Deve essere indicato un domicilio per le comunicazioni. 
Il ricorso va firmato obbligatoriamente a pena di inammissibilità dello stesso. Il ricorrente dovrà anche indicare un domicilio per il recapito di tutte le comunicazioni inerenti il suo ricorso.
E’ possibile delegare altra persona sia per quanto riguarda il deposito, sia per quanto riguarda la presenza nel giorno fissato per l’udienza. La delega deve essere depositata preventivamente in Cancelleria, unitamente a copia di entrambi i documenti di riconoscimento (delegante e delegato).
Per questo tipo di ricorsi la procedura è estremamente semplificata e l’interessato può stare personalmente davanti al Giudice, senza la presenza di un Legale.


Linee guida ai fini della determinazione dell'entità delle sanzioni amministrative pecuniarie nelle materie demandate alla competenza del Comune ed assegnate alla Polizia Locale


Costi
Si ricorda  che dal 1° Gennaio 2010 il ricorso al giudice di pace non è più gratuito, ma prevede il pagamento di una tassa, il cosiddetto contributo unificato. 


FAQ Domande frequenti